In EvidenzaVolley

Federvolley in udienza da Papa Francesco

Alzata, attacco e muro il Papa alla Federvolley chiede di essere sempre “testimoni di correttezza e lealtà”

Francesco ha ricevuto, ieri, in udienza la Federvolley . Circa 300 persone alle quali Papa Francesco ha voluto dare delle indicazioni partendo proprio da alcuni fondamentali del volley.

”Lo sport deve promuovere un sano agonismo, senza scadere nella tentazione di vincere calpestando le regole. Il sacrificio, l’allenamento, il rigore sono elementi imprescindibili dello sport, mentre la pratica del doping, oltre ad essere pericolosa, è un inganno che toglie bellezza e divertimento al gioco, macchiandolo di falsità e facendolo diventare sporco. Non si diventa campioni senza una guida, senza un allenatore disposto ad accompagnare, a motivare, a correggere senza umiliare, a sollevare quando si cade e a condividere la gioia della vittoria. Servono persone che siano punti di riferimento solidi, capaci di insegnare a “ricevere” bene, individuando i talenti dei propri atleti per farli fruttificare al meglio”

La Ferdervolley regala la maglia azzurra al Papa

Al Papa il presidente della Federazione, Giuseppe Manfredi, ha donato la maglia azzurra insieme alla medaglia d’oro conquistata dalla nazionale italiana maschile agli ultimi Mondiali. Ai bambini del Dispensario Pediatrico Santa Marta la Federvolley  ha donato del materiale d’abbigliamento, oltre a dei palloni in modo che possano giocare e divertirsi”. Dalla Federazione Italiana Pallavolo anche il dono di attrezzature e vestiario sportivo ad alcune persone migranti presenti al Centro Astalli che, nei loro Paesi di origine, amavano giocare a pallavolo.

In questo modo “consentiremo loro – dice Manfredi – di tornare a coltivare una passione”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio