In EvidenzaSpeciale Mondiali

Van Gaal e Tite lasciano le panchine di Olanda e Brasile

Nuova vita per i due allenatori Van Gaal e Tite dopo le sconfitte di Qatar 2022

Prima Tite, allenatore del Brasile, poi Van Gaal, allenatore dell’Olanda hanno detto addio alle loro panchine. Le sconfitte ai quarti di Brasile e Olanda pesano come macigni. Solo ieri a lasciare la panchina della Spagna, dopo l’eliminazione era stato il Ct Luis Enrique.

L’addio di Louis Van Gaal

Louis Van Gaal conferma, al termine della sfida persa ai rigori contro l’Argentina la volontà di lasciare il proprio incarico di ct dell’Olanda.

“Non continuero’ come allenatore della selezione olandese, e’ stata la mia ultima partita per il mio terzo mandato. “Sono molto orgoglioso. Ho convocato molti giovani giocatori, ho permesso loro di fare esperienza. Abbiamo formato un gruppo e, quando guardo indietro, vedo qualcosa di molto positivo. Non mi sento sconfitto. Comunque, lascio e’ un ottimo gruppo, una squadra molto affiatata e molto tecnica. Sono stato allenatore per 20 partite e non abbiamo mai perso. Ci sara’ un motivo. Inoltre, abbiamo giocato contro le migliori Nazionali”.

Van Gaal, dal  2023, sarà  sostituito da Ronald Koeman.

 

Tite : ”sono in pace con me stesso”

Si sente in pace con se stesso il Ct del Brasile Tite che annuncia le sue dimissioni dopo la sconfitta ai rigori con la Croazia.

“Una sconfitta dolorosa ma sono in pace con me stesso, è la fine di questo ciclo. Una decisione che avevo preso già da un anno e mezzo, non sono uno che si rimangia le parole. Non l’avevo detto per poi far sì che la gente mi chiedesse di restare se avessimo vinto il Mondiale. Eravamo in un’azione offensiva. Dopo aver perso palla, il Brasile ha comunque recuperato e chiuso la parte centrale del campo, ma la palla e’ tornata indietro, e’ stata deviata ed e’ entrata, con una sola conclusione. Condividiamo la gioia, condividiamo la tristezza. Nessuno voleva condividere quella gioia piu’ di noi. Siamo dispiaciuti, con le nostre famiglie, con noi stessi. C’e’ una bellissima generazione in arrivo. Ora bisogna rafforzarsi nelle avversita’, nella crescita. Siamo tutti responsabili”

Il Brasile sogna di portare in panchina Pep Guardiola attuale allenatore del Manchester City. Un’ipotesi poco probabile più certe le rose che comprendono Abel Ferreira a Jorge Jesus , Dorival Junior, Fernando Diniz, Renato Gaucho, Cuca, Rogerio Ceni, Mano Menezes, Jorge Sampaoli. Troppo oneroso il compenso chiesto dall’allenatore del Manchester City che solo qualche giorno fa ha firmato un rinnovo del contratto fino al 2025.

 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio