In EvidenzaSpeciale Mondiali

Ronaldo: io al Brasile chiamerei Ancelotti

Il tecnico italiano piace a Ronaldo il Fenomeno

Ronaldo Luís Nazário de Lima, il ”Fenomeno’‘, campione del mondo in USA 94 dice la sua sul dibattito sul chi sarà il successore di Tite alla guida del Brasile. Resta ancora in piedi l’indiscrezione che vedrebbe José Mourinho in pole position per guidare la Selecao. Oltre al nome dell’attuale allenatore della Roma anche l’ipotesi dell’ex ct della Spagna  Enrique. Archiviata l’ipotesi Pep Guardiola attuale allenatore del Manchester City, circolano i nomi  di Abel Ferreira, Jorge Jesus , Dorival Junior, Fernando Diniz, Renato Gaucho, Cuca, Rogerio Ceni, Mano Menezes, Jorge Sampaoli, e non ultimo Louis Enrique.

Ronaldo vuole Carlo Ancelotti alla guida del Brasile

Saluta positivamente l’arrivo di un ct non brasiliano, il Fenomeno, alla guida della sua Nazionale. A lui piacerebbe più di tutti Ancelotti.

 “Mi piacerebbe vedere tecnici come Guardiola, Ancelotti o Mourinho allenare il Brasile. Ma non sono io a scegliere, vedremo cosa succederà. Questi nomi sono emersi in Brasile, ma non so se è vero. Non vedo alcun problema nel fatto che sia un allenatore straniero ad allenare il Brasile. Con la Croazia non abbiamo saputo perdere tempo nei supplementari dopo il gol. Dovevamo essere più intelligenti, è l’unica cosa di cui avevamo bisogno per vincere. Il mio pronostico fin dall’inizio è sempre stato Brasile e Francia in finale. Il Brasile non c’è più. Partita dopo partita, la Francia ha confermato di essere una delle favorite e continua a essere la grande favorita per la vittoria del Mondiale. Mbappé sta facendo un bel Mondiale. Ha qualità fisiche e tecniche incredibili. Potrebbe essere il miglior giocatore della Coppa del Mondo. Ha un talento naturale e, a soli 23 anni, l’esperienza di aver vinto il Mondiale, di essere stato protagonista… Il suo gioco migliora ogni volta”.

La delusione per l’eliminazione del Brasile è ancora tanta. Neymar sui social ha postato una lunga lettera di ringraziamento per il Ct Tite

“Prima di conoscerci di persona, abbiamo giocato spesso contro e posso dirtelo? Pensavo fossi davvero fastidioso! Perché hai impostato una squadra per marcarmi, hai fatto di tutto per battermi e hai anche parlato male di me. Ma il destino è divertente, vero? Ha fatto sì che fossi il mio allenatore e io il tuo numero 10. Ti conoscevo come allenatore e sapevo già che eri molto bravo ma come persona sei molto meglio!”

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio