CalcioIn Evidenza

Nuove divise del Napoli, in una c’è il Vesuvio

Osimhen indosserà la nuova maglietta

Presentate ieri in conferenza stampa le nuove divise del Napoli. Divise con colletto tricolore e scudetto al centro del petto. Una presentazione che per il presidente del club azzurro Aurelio De Laurentiis è l’inizio di una nuova era.

Il tricolore sul petto  delle nuove divise del Napoli è un simbolo di “Rinascimento”

Parla di rinascimento e di nuova era il presidente del Napoli mentre mostra al pubblico le maglie che in casa e fuori casa accompagneranno i campioni d’Italia in carica nella stagione 2023/2024.

”Noi – dice De Laurentiis-  vogliamo lanciare il nostro manifesto: ““A new Era from Napoli to the world”. Noi viviamo la maglia del Napoli in maniera viscerale, come in maniera viscerale è sentita la passione dei tifosi napoletani per la squadra. E’ l’inizio di una nuova Era, perché lo scudetto è tornato a Napoli e tutti i media planetari si sono occupati di un fenomeno che credo possa continuare nel tempo”.

“Abbiamo scelto un allenatore che ha chiaro il concetto di internazionalizzazione che possa proseguire al meglio il lavoro svolto in maniera eccellente da Spalletti. Sembrava che a Napoli non si potesse vincere senza Maradona e invece un modello gestionale virtuoso ci ha portato per 15 anni nelle coppe europee fino alla consacrazione della conquista del tricolore. Ma il Napoli non ha avuto solo una crescita dal punto di vista sportivo, abbiamo anche ampliato la piattaforma Marketing assumendo Tommaso Bianchini che ha allargato le prospettive del nostro orizzonte. Il nostro network sta sfruttando la propria immagine con l’aiuto dell’amico Giorgio Armani per l’autoproduzione del materiale tecnico.

Il tricolore è un segno di libertà, per dire a tutti che ci siamo anche noi. Questo scudetto ha acceso i riflettori su una realtà che da anni è al top del calcio internazionale. E se pensiamo che questa Società dopo il fallimento non esisteva più, possiamo capire che percorso abbiamo compiuto”

“Garcia è un allenatore per il quale abbiamo grandissima fiducia. Lui è al centro del nostro villaggio e lo supporterò con tutte le mie forze economiche e umane. Ogni volta che gli parlo, dico a me stesso: Aurelio hai scelto la persona giusta”

“Noi sappiamo che si tratta di una ricostruzione perchè bisognerà tenere sempre alte le motivazioni che ci permettano di raggiungere livelli sempre alti. Sarà anche mio compito tenere accesa quella fiammella in modo che nessun calciatore si senta arrivato o appagato dopo la vittoria dello scudetto”.

“Non facciamo promesse da marinaio, sarebbe stupido, perchè dovremo lavorare tanto per essere sempre competitivi. In tal senso faccio un appello ai tifosi. Io sarò con loro sempre e ovunque. Proveremo sempre a crescere e a vincere, ma se ci starete vicini anche nei momenti più difficili, noi riusciremo negli anni a mantenere alta l’immagine di Napoli e del Napoli”

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio