CalcioIn Evidenza

Nazionale: Spalletti agguanta gli Europei

Il pareggio con l’Ucraina porta l’Italia in Germania

”Adesso viene il bello” sono le parole di Luciano Spalletti dopo la qualificazione di ieri agli Europei di Germania del prossimo anno. La partita a reti bianche finita sullo 0 a 0  regala un’emozione alla squadra che fino a pochi mesi fa sembrava impensabile.

L’Italia di Spalletti vola agli Europei per difendere il titolo conquistato a Wembley

Con il suo stile e con il suo ” fare” Luciano Spalletti chiamato a sostituire Roberto Mancini ha ottenuto un primo risultato per niente scontato ”Non è facile e non è scontato niente nel calcio – il commento a caldo del commissario tecnico – . Abbiamo fatto una buona partita, creando tante occasioni nel primo tempo per mettere al sicuro il risultato. Poi quando non ci riesci la partita diventa più sporca e loro hanno fatto vedere di essere attrezzati e ci hanno dato del filo da torcere. Eravamo tutti attaccati a questo risultato e siamo andati a dirci bravi. È un risultato importante per tutto il movimento calcistico italiano, anche per questo la partita era carica di tensione. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare ed è stato normale soffrire nell’ultimo quarto d’ora. Visto il recente passato dovevamo per forza qualificarci, quando si ha il fiato sul collo come lo abbiamo avuto noi non è facile. Adesso viene il bello. Avremo la possibilità di divertirci, avendo più tempo per creare una Nazionale con maggiori conoscenze. Ho iniziato con Raspadori perché con lui la squadra relaziona meglio di collettivo, poi nella ripresa ho messo Scamacca perché siamo andati più volte in area e serviva qualcuno forte anche di testa. Buongiorno ha fatto vedere di essere un grandissimo difensore, è in partite così che si vede se uno ha paura o può diventare un grande giocatore”.

 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio