CalcioIn Evidenza

L’Addio di Bartolini alla Nazionale

Finisce l’avventura azzurra della ct

Milena Bartolini da l’addio alla Nazionale . Nei giorni scorsi c’è stata una lettera aperta delle giocatrici italiane ”messe – cosi hanno detto- nelle condizioni di non giocare” .

La lettera d’addio di Bartolini alla Nazionale

Una lunga riflessione quella che ha portato Milena Bartolini a dare l’addio alla panchina azzurra.

”L’uscita dal Mondiale e la sconfitta sportiva che abbiamo vissuto, mi hanno portato  – scrive Bartolini – a riflessioni che ritengo importante condividere con tutte e tutti voi, proprio partendo da quella posizione di ripiegamento su se stessi che cerca di fare luce nelle ombre che rischiano di insinuarsi dentro di noi, imbruttendo la bellezza dell’esperienza vissuta. Mi sono data il giusto tempo per osservare e ascoltare, non tanto i movimenti esterni e le critiche sommarie che vengono fatte in queste “sventurate” circostanze calcistiche, ma la complessità che sempre accompagna ogni criticità in una squadra. Una squadra, e per squadra intendo TUTTO LO STAFF e LE GIOCATRICI, si basa principalmente sul riconoscimento da parte di ognuno del proprio ruolo e sul sostegno imprescindibile del ruolo degli altri. Assonanza, armonia e condivisione tra i singoli vanno a definire un organismo unitario che sa esprimere qualitativamente molto di più di ogni singolo.

Il calcio è una straordinaria metafora di Vita, perché se visto a doppio senso di marcia sa creare ponti. Il ponte che crea e rende fertile e costruttiva ogni relazione. La mancanza di ponti e quindi relazioni può portare a danneggiarci da sole, proprio nel momento più difficile del campionato del mondo. Ma non è un caso, un beffardo destino che si rivolta contro di noi.

Non sempre i tempi di crescita personali coincidono e non sempre è possibile raggiungere risultati positivi, ma non ho dubbi sull’impegno e le buone intenzioni di tutti.
Lascio la Nazionale dopo tanti anni e sento di ringraziare la Figc e Renzo Ulivieri per la grande opportunità che mi hanno concesso. Sono stati anni bellissimi e molto intensi, che porterò sempre con me…
Auguro alla Nazionale e a tutto il calcio femminile di Crescere e che tutto il Movimento torni a muoversi con vigore ed energia”

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio