CalcioIn Evidenza

Il 3 novembre 45 nasce Gerhard Müller

Il miglior attaccante nella storia della Bundesliga

Gerhard Müller avrebbe compiuto oggi 76 se la malattia di Alzheimer non l’avesse spento per sempre il 15 agosto del 2021. Di lui però resta il ricordo di un grande calciatore. Ad oggi l’attaccante più prolifico della Bundesliga

Il ricordo di Gerhard Müller

Dopo Gerhard Müller più nessuno. Ritiratosi dal calcio giocato nel 1981, l’attaccante che aveva esordito nel Nördlingen nella stagione 1963/1964, resta a tutt’oggi il più forte giocatore tedesco. Con la sua Nazionale, la Germania Ovest, è stato campione d’Europa nel 1972 e campione del mondo nel 1974.  Suoi i gol che fecero la differenza in ambedue le finali.

Con il Bayern Monaco, squadra in cui l’attaccante ha giocato dal 1964 al 1979 ha vinto 4 campionati, 4 coppe nazionali, 1 Coppa delle Coppe, 3 Coppe dei Campioni e una Coppa Intercontinentale. Restando l’attaccante più prolifico di questa squadra.  Müller era uno di quei calciatori con il vizio del gol nella sua carriera infatti ha segnato  730 reti in 788 incontri, di cui 68 con la squadra nazionale della Germania Ovest, a fronte di sole 62 presenze. Con 365 gol realizzati resta il miglior marcatore nella storia della Bundesliga. Vincitore di un Pallone d’oro nel 1970 e di due Scarpe d’oro nel 1970 e  nel 1972.

Muller suoi due dei gol nella storica partita Italia – Germania 4 a 3

Con il mondo diviso in blocchi quella semifinale dei Mondiali del Messico del 1970 che si giocò tra l’Italia e la Germania Ovest è diventata la partita del secolo. Da una parte e dall’altra andarono in rete per gli azzurri: Boninsegna all’ 8’, Burgnich al 98’ Riva al 104’, Rivera al 111’ . Per i tedeschi dell’ovest Schnellinger al 90 e Müller al 94 e 110.

Articoli Correlati

Potrebbe interessarti
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio