Altri SportIn Evidenza

Giro d’Italia 2024: omaggio al Grande Torino

Il 4 maggio la prima tappa da Venaria Reale nel 75° anniversario della tragedia di Superga

L’edizione 2024 del Giro d’Italia omaggia il Grande Torino con la partenza il 4 maggio, nel 75 anniversario della tragedia, da Superga.

La Regione Piemonte ospiterà la Grande Partenza del Giro d’Italia 2024 con il passaggio sul colle della tragedia del Grande Torino

Per la quarta volta nella storia la Corsa Rosa prenderà il via dal Piemonte. Per l’occasione sarà presentata una maglia celebrativa del Giro d’Italia dedicata agli “Invincibili”. Seconda tappa con arrivo in salita a Oropa – che sarà anche la Montagna Pantani di questa edizione – 25 anni dopo la storica impresa del Pirata. Terza tappa per velocisti da Novara a Fossano. Il 7 maggio Acqui Terme ospiterà la partenza della quarta frazione.

La tappa 1: Venaria Reale–Torino

Tappa mossa con finale impegnativo che farà uscire allo scoperto fin dall’inizio i capitani. Avvicinamento contornando Torino da nord. Si entra quindi in un ampio circuito scalando la salita del Pilonetto sulla collina di Superga raggiungendo Moncalieri e il lungo Po dove è posto l’arrivo. Il Circuito di circa 28 km affronta la salita dell’Eremo che prosegue al Colle Maddalena dal versante di Corso Casale per scendere nuovamente su Moncalieri e raggiungere l’arrivo.

I Piemontesi vincitori del Giro d’Italia

Il Piemonte è tra le Regioni d’Italia ad aver consegnato al giro grandi campioni tra questi Costante Girardengo e Fausto Coppi. Sono 8 gli atleti nati in Piemonte ad aver vinto il Giro d’Italia:

Fausto Coppi (Castellania), 22 tappe, 5 Giri d’Italia
Costante Girardengo (Novi Ligure), 30 tappe ed i Giri 1919 e 1923;
Beppe Saronni (Novara), 24 tappe ed i Giri 1979 e 1983;
Giovanni Valetti (Vinovo), 7 tappe ed i Giri 1938 e 1939;
Giovanni Brunero (San Maurizio Canavese), 6 tappe ed i Giri 1921, 1922, 1926;
Francesco Camusso (Burdini di Cumiana), 2 tappe ed il Giro 1931;
Luigi Marchisio (Castelnuovo Don Bosco), 2 tappe ed il Giro 1930;
Franco Balmamion (Nole Canavese), vincitore dei Giri 1962 e 1963: non vinse nemmeno una tappa al Giro

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio