In EvidenzaStrangers News

Giorno della Memoria : il Parma omaggia Renzo Cavallina

Il Parma con Gigi Buffon ricorda il portiere internato

In occasione del 27 Gennaio Giorno della Memoria, il Parma ricorda Renzo Cavallina. Il portiere che negli Anni Quaranta fu Internato militare italiano (Imi) e prigioniero di guerra, in un campo di prigionia tedesco a Berlino. Il ricordo sarà affidato tra gli altri al capitano della squadra Gigi Buffon

Renzo Cavallina: il gatto magico che difendeva la porta del Parma

Negli anni che andarono dal 1941 al 1946 e dal 1947 al 1949 il Parma ebbe tra i pali Renzo Cavallina, il ”gatto magico”. Di lui si ricorda la bravura tra i pali in stagioni di campionato che non furono certo facili. Con la maglia Crociata ha giocato una cinquantina di partite, ha vinto uno storico derby contro la Reggiana (4-0) ed è stato uno dei protagonisti della promozione della  squadra in Serie B nel 1943, dopo un decennio trascorso nelle categorie inferiori.

Le sue parate spericolate tutte ardimento, occhio e perfetta scelta di tempo, facevano impazzire il pubblico del Tardini” – raccontano le cronache del tempo.

Cavallina fu internato in un campo di concentramento in Germania per il suo rifiuto ad entrare nell’esercito della Repubblica Sociale Italiana. Il portiere sopravvisse a questa dura esperienza. Tornò in Italia nell’estate del 1945 e riprese subito a giocare con il Parma.

Il Parma che lo ha definito ”protagonista di una scelta umana coraggiosa ed esemplare” non è nuovo a cerimonie per ricordare il calciatore.

Nel 2021 davanti allo stadio Tardini si posò a suo ricordo una ‘pietra di inciampo’

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio