In EvidenzaSpeciale Mondiali

Brasile il calcio deve unire

Il Brasile sostiene il messaggio Fifa. Nelle curve esplode la protesta

Il Brasile scende in campo per appoggiare il messaggio lanciato, qualche settimana fa dal Presidente della Fifa, Gianni Infantino. Parole quelle della Federazione del Brasile che invece vanno in contrasto con quanto è successo nello scorso fine settimana nelle curve. In diversi stadi sono stati apposti striscioni di condanna nei confronti del paese che ospita i Mondiali di Calcio. E’ successo in Bundesliga, dove le curve hanno incitato al boicottaggio dei mondiali di calcio in Qatar. E’ successo all’Olimpico. Dove in Curva Sud i tifosi della Roma hanno esposto uno striscione con su scritto: “Migliaia di lavoratori morti, devastazione ambientale… Qatar 2022: Vergogna Mondiale”.

Il messaggio della nazionale verdeoro

Di tutt’altro genere il messaggio che invece la nazionale di Pelè lancia al mondo del calcio prima del fischio di inizio del 20 Novembre.

“Concordiamo con la Fifa che l’obiettivo principale della comunità sportiva sia il calcio prima e durante la prossima Coppa del Mondo. Il calcio ha la vocazione di essere strumento di trasformazione sociale e di costruzione di un mondo migliore. Abbiamo tutti bisogno di riflettere su cosa possiamo e dobbiamo fare insieme per questo, in questo momento compresa la valutazione di come il calcio può contribuire agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite’. Siamo consapevoli delle difficoltà nel costruire dialoghi tra culture e il calcio è il nostro comune denominatore, sottolineando molto più ciò che ci unisce che ciò che ci separa. Siamo pienamente d’accordo nella consapevolezza che, insieme alla Fifa, alle autorità del Qatar e ad altri, le questioni non calcistiche vengono affrontate nella certezza che il calcio può essere una forza per un cambiamento positivo nelle società di tutto il mondo. La Coppa del mondo è un evento magico, sempre storico, da sempre ricordato soprattutto per il calcio, per la passione e l’emozione che porta nel cuore di miliardi di tifosi in tutto il mondo. Ci auguriamo che la nostra nazionale possa far parte di questa storia per le migliori ragioni e che il calcio brasiliano delizi ancora una volta generazioni di tifosi di tutti i continenti. Come ricorda sempre la Fifa, questo torneo sarà anche un’opportunità per i tifosi di tutto il mondo di incontrarsi e vivere insieme in pace e gioia indipendentemente dalla loro origine, religione o orientamento sessuale, uniti dal linguaggio universale del calcio”.

Intanto la Nazionale Brasiliana ieri è sbarcata a Torino. La Seleçao ha ,infatti, scelto il quartier generale della Juventus per prepararsi al Mondiale in Qatar, ieri pomeriggio il primo allenamento agli ordini del commissario tecnico Tite.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio