CalcioIn Evidenza

Un anno fa ci lasciava Pelè

Cerimonia presso il mausoleo di Santos

Il 29 dicembre dello scorso anno a 82 anni lasciava il mondo Pelè . Ad uno anno dalla scomparsa del grande calciatore i suoi sette figli così come anticipato alla stampa si riuniranno on line per ricordalo. Una cerimonia commemorativa si svolgerà presso il mausoleo di Santos, aperto al pubblico prima dell’estate.

La grandezza di Pelè

Pelè è stato l’unico calciatore al mondo ad aver vinto tre edizioni del campionato mondiale di calcio, evento avvenuto con la nazionale brasiliana nel 1958, 1962 e 1970. Il suo gol realizzato alla Svezia nella finale del 1958 è considerato il terzo più grande gol nella storia della Coppa del Mondo FIFA e primo tra quelli realizzati in una finale di un campionato del mondo. La FIFA gli riconosce il record di reti realizzate in carriera, 1281 in 1363 partite, mentre in gare ufficiali ha messo a segno 757 reti in 816 incontri. Santos, New York Cosmos, la Nazionale, i Mondiali una vita costellatta di grandissimi successi. Pelé, a differenza di molti suoi colleghi, preferì non fare mai l’allenatore di calcio però fu ministro straordinario per lo Sport.

Il figlio: “papà sarebbe triste a vedere un Brasile così”

Finché le forze glielo hanno permesso, il campione che ha fatto impazzire il mondo, quando la tv era ancora in bianco e nero, ha fatto un tifo sfrenato per la sua Nazionale. “Sarebbe stato triste per la situazione attuale della nazionale brasiliana- ha detto il figlio Edinho in un’intervista all’AFPQuesta crisi non è arrivata dall’oggi al domani, ci sono problemi grandi e complessi . Stiamo vivendo un declino abbiamo ancora grandi giocatori ma in passato avevamo più giocatori di alto livello rispetto a oggi. Non c’é dubbio, se papà fosse stato con noi quest’anno, sarebbe stato molto triste”.

Articoli Correlati

Potrebbe interessarti
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio