Oggi in campo: Juventus e Roma in Europa League

Oggi in campo: Juventus e Roma in Europa League

Il Milan elimina Conte, la Fiorentina affronta alle 21 al “Franchi” i turchi del Sivasspor

Toccherà a Fiorentina, Juventus e Roma oggi portare in alto i colori delle squadre italiane impegnate nelle coppe Europee. Dopo che il Milan con il pareggio di ieri si è guadagnato il pass per i quarti di finale di Champions League, oggi gli occhi degli sportivi sono tutti puntati sulle altre tre italiane.

Roma-Real Sociedad: in campo alle 18:45

Tra le italiane la prima a scendere in campo sarà la Roma, che alle 18.45 ospita all’Olimpico la Real Sociedad.Sicuramente in campo dal primo minuto per i giallorossi Abram oltre che la certezza capitolina Dybala.

Dal punto di vista mentale dobbiamo essere capaci di giocare ogni partita con quella pressione buona di vincere – ha detto ieri l’allenatore della Roma – E la classifica degli ultimi anni non aiuta in questo, perché la mente si abitua alla tranquillità di non sentire quella pressione. Ma devo dire comunque che siamo in evoluzione sotto questo aspetto”

Juventus- Friburgo : si gioca alle 21 allo Stadium

Chiesa, Di Maria e anche Vlahovic a loro guarda Massimiliano Allegri per battere questa sera in casa il Friburgo.

”Quest’anno in casa – dice il mister bianconero- abbiamo vinto un’unica volta, vogliamo ritrovare il successo davanti ai nostri tifosi. Sarà importante vincere senza subire gol, dobbiamo creare le basi per il passaggio del turno in vista del ritorno in Germania” .

Fiorentina – Sivasspor: fischio d’inizio alle 21

Reduce da sei successi di fila questa sera la Fiorentina di Vincenzo Italiano proverà a conseguire il settimo risultato.

Anche se stiamo attraversando un buon momento e la vittoria sul Milan ci ha trasmesso fiducia e autostima, e può darci una grossa spinta, nel calcio basta un errore per complicare tutto, ecco perché dovremo scendere in campo con la massima attenzione e concentrazione. Questa striscia ci rende felici e orgogliosi e l’obiettivo e’ allungarla perché dopo aver voluto a tutti i costi questa competizione puntiamo a starci il più a lungo possibile – ha ribadito Italiano -. Per riuscirci dobbiamo superare questo nuovo ostacolo. Abbiamo studiato i nostri avversari, sanno ripartire in velocità, hanno vinto il loro girone e da tre anni partecipano alle coppe, senza dimenticare che il calcio turco è ormai una realtà importante. Quindi non faremo l’errore di sottovalutarli. L’Europa ti toglie tanto ma da’ anche molto a livello di crescita, esperienza, motivazioni”.