Calcio

Fiorentina e Roma:play off Lazio fuori dalla Europa League


La Fiorentina vince 3-0 a Riga nell’ultima giornata del girone A di Conference League, con i gol di Barak, Cabral e Saponara. La vittoria in  Lettonia però non basta per conquistare il primo posto in classifica. Primo posto che va ai turchi del Basaksehir, a loro volta vincitori sugli Hearts, e così i ragazzi di Italiano  per andare agli ottavi dovranno affrontare i playoff con una squadra retrocessa dall’Europa League. Soddisfatto a metà l’allenatore che ora però pensa a far punti in Campionato.

”Peccato per il secondo posto, ma noi abbiamo fatto quello che dovevamo. Purtroppo il Basaksehir ha sfruttato la sua occasione in casa. Contento per la partita, la avevamo preparata così e abbiamo fatto giocare diversi giovani. Ora, con questa tranquillità, potremo lavorare meglio: abbiamo l’obbligo di fare punti in campionato”

 

Feyenoord batte Lazio 1-0. La Lazio finisce in Conference dove c’è gia la Fiorentina

La Lazio di Maurizio Sarri esce sconfitta dalla partita di Europa League, giocata a Rotterdam contro il Feyenoord che batte la Lazio 1-0. Non è un bel giorno per i bianco celesti che a seguito del risultato tra Midtjylland-Sturm Graz (2-0), finiscono al terzo posto e quindi ai playoff della Conference League. Anche per Maurizio Sarri ora la testa è al campionato e al derby di domenica pomeriggio alle 18 contro la Roma

”L’atteggiamento è stato buono per tutta la partita , forse avremmo dovuto soffrire un po’ di più in alcuni momenti, ma abbiamo concesso poco al Feyenoord. Bisogna stare calmi e analizzare seriamente la partita preparando la prossima senza colpevolizzare nessuno. La Lazio di Rotterdam mi è piaciuta in un clima caldissimo”.

Roma-Ludogorets 3-1

La Roma vola ai playoff dell’Europa League grazie al 3-1 sul Ludogorets. E incorona re per una notte Zaniolo. Con l’ingresso in campo Nicolò Zaniolo: due rigori conquistati e la rete del ko prende per mano i giallorossi e li porta diretti ai play off. Una bella serata per il calciatore che questa partita non avrebbe dovuto nemmeno giocarla vista la squalifica di tre giornate, poi ridotta a due. Soddisfatto l’allenatore dei giallorossi Mourinho

“Continuare in Europa League è un orgoglio, andare in Conference e diventare una delle più forti e candidate alla vittoria non era l’obiettivo anche se magari non abbiamo le condizioni per fare la festa che abbiamo fatto l’anno scorso. Nella mia testa la partita più importante è sempre la prossima. Non sono stato un gran calciatore ma penso che una delle cose più importanti per recuperare le forze è la gioia di aver vinto. Domenica c’è una grande partita, che ci piace sicuramente giocare”

 

Articoli Correlati

Potrebbe interessarti
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio