CalcioIn Evidenza

Da Maradona a Baresi: le maglie che non ci sono più

10, 4, 6, 25, 3 i numeri delle maglie a cui hanno rinunciato le squadre del Campionato

Sono tante le maglie ritirate nel corso degli anni dalle squadre di calcio del Campionato di Serie A per celebrare giocatori che non ci sono più o le stelle che sono diventate gli emblemi di questo o quel club. La discussione sul ritiro o meno di numeri dalle maglie si è accesa a seguito della morte di Pelè. Mentre la famiglia aveva chiesto il ritiro della maglia numero 10 , il Santos ha optato per lasciare il numero che per anni è stato del tre volte Campione del Mondo.

In principio fu il Milan con la maglia numero 6 di Baresi

La prima squadra in Italia a ritirare una maglia di calcio fu nell’autunno del 1997 il Milan. La squadra rossonera ritirò la maglia numero 6 di Franco Baresi . Il giocatore vestì per venti lunghi anni , dal 1977 al 1997, la  stessa divisa.

Nel 2000 toccò al Napoli con la maglia numero 10 di Maradona

A distanza di qualche anno dal Milan fu il Napoli il  24 agosto del 2000  a ritirare la maglia numero 10 di Diego Armando Maradona. Il campione argentino, simbolo del Napoli giocò tra le fila degli azzurri per sette campionati dal 1984 al 1991.

Il Genoa e Signorini

Dopo il Milan e il Napoli nel 2002 fu la volta del Genoa che scelse, dopo la morte dell’ex capitano Gianluca Signorini, di ritirare la maglia numero 6. A causare la morte del calciatore fu la SLA

Le maglie ritirate negli anni 2000

Con il tempo il ritiro di alcuni numeri è diventato un modo per celebrare e per ricordare calciatori simbolo. Nel 2003 la Roma ritirò la maglia numero 6 di Aldair. Nel 2004 il Brescia  ritirò la maglia numero 10 di Roberto Baggio. Nello stesso anno la Salernitana ritirò la maglia numero 4 di Roberto Breda.

Da Gigi Riva a Piermario Morosini a Davide Astori

Nel febbraio del 2005 il Cagliari ritirò la maglia numero 11 di  Gigi Riva, l’uomo simbolo della squadra isolana che con la divisa rossoblù disputò ben 13 stagioni , dal 1963 al 1976. Nel 2012 invece due squadre il Livorno ed il Vicenza  ritirarono  entrambe la maglia numero 25 di Piermario Morosini. Il calciatore morì  il 14 aprile 2012 durante la partita Pescara-Livorno. Per celebrare i diciannove anni in neroazzurro nel 2015 l’Iter ritirò la maglia numero 4 di Javier Zanetti. Nel 2017, invece, il Cosenza, scelse di ritirare la maglia numero 8 di Donato Bergamini, il centrocampista ucciso, in circostanze ancora non chiare, il 18 novembre 1989.  Il 6 marzo 2018 il Cagliari e la Fiorentina hanno ritirato la maglia numero 13 di Davide Astori per ricordare il difensore scomparso ad Udine il 4 marzo 2018. A maggio del 2018 invece è toccato al Parma ritirare a maglia numero 6 di  del difensore  Alessandro Lucarelli, per ricordarte le 10 stagioni nella squadra. Nel campionato italianol’ultima squadra, in ordine di tempo, a ritirare una maglia è stato il Sassuolo che lo scorso 5 luglio ha riposto nel baule il numero 4 di Francesco Magnanelli per ringraziarlo dei suoi 17 anni in neroverde.

Tra un ricordo e l’altro il campionato di Serie A prosegue ed entra nel vivo con gli acquisti e le trattative della sessione invernale del calcimoercato.  Per chi vuole restare aggiornato e non perdere nemmeno una news basta seguire il seguente link

 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio