Calcio

Champions League: Juventus-Maccabi 3-1 Chelsea-Milan 3-0

La Juventus trova la prima vittoria europea. Cade il Milan

Dopo il martedi da leoni del Napoli e la vittoria spazza crisi dell’Inter le italiane impegnate in Champions esultano a metà. Sorride la Juventus per il 3 a 1 sul Maccabi soffre il Milan travolto per 3 a 0 dal Chelsea.

Juventus – Maccabi

L’uomo partita per i bianconeri nella serata Champions è Di Maria. L’argentino, centrocampista attaccante della Juventus e della nazionale argentina spinge la Juve rilanciandola in Champions. Il 3-1 sul Maccabi è il primo successo nel girone e permette ai bianconeri di avvicinare Benfica e Psg, che si annullano a vicenda e fanno 1-1. La doppietta di Rabiot e il gol di Vlahovic sono decisivi per superare gli israeliani, che specialmente nel finale fanno tremare lo Stadium mettendo i brividi ai bianconeri. Fermo Bonucci, Allegri punta tutto sulla coppia di centrali brasiliana formata da Danilo e Bremer. E, soprattutto, scommette su Di Maria. Scommessa vinta dal tecnico, l’argentino sarà l’uomo partita.
Soddisfatto fino al 75 minuto si è dichiarato l’allenatore Massimiliano Allegri. ”Le due vittorie di fila non significano nulla, dobbiamo stare zitti e lavorare perché siamo indietro sia in Serie A sia in Champions”. “Noi dobbiamo vincere in Israele e poi andare a giocarci la nostra gara a Lisbona cercando di vincere. Di Maria- ha proseguito Allegri- E’ stato meraviglioso nella rifinitura per Rabiot e Vlahovic E’ un giocatore straordinario. Era la prima partita che giocava dopo tanto tempo e ha tenuto bene”.

Il Milan cade sotto i gol del Chelsea

Non regge il Milan all’ondata Chelsea che ha vita facile, battendo i diavoli rossoneri con un secco 3-0. I campioni d’Italia in carica arrivano a Londra in emergenza visti i tanti infortuni. Gli undici rossoneri, allenati da Pioli, reggono per i primi 45 minuti. Poi la disfatta. La sconfitta di ieri complica la vita dei rossoneri in Champions ma nulla è compromesso. Martedì prossimo a San Siro contro i Blues serve la vittoria a tutti i costi. Il rischio per il Milan potrebbe essere quello di ritrovarsi, prima degli ultimi 180′, a -4 in classifica dal Salisburgo, se gli austriaci dovessero battere anche al ritorno la Dinamo Zagabria.
”Non abbiamo iniziato male la partita – ha dichiarato mister Stefano Pioli- ma poi abbiamo perso le distanze, al di là delle loro qualità potevamo fare qualcosa di più. Non c’entra la poca esperienza dei singoli o chi non c’era, bisognava essere più lucidi e precisi. Siamo stati poco brillanti. Lo spogliatoio era giustamente deluso, arrabbiato per non aver messo in campo la miglior prestazione possibile, ma questa sconfitta dovrà aiutarci per la prossima partita. Non contano gli assenti. Credo- ha concluso Pioli- che la squadra sia pronta per affrontare questo tipo di gare, ma abbiamo fatto degli errori e la partita è diventata difficile”.

Per quanto riguarda le altre partite di Champions questi i risultati:

Real Madrid-Shakhtar 2-1,
Manchester City- Copenaghen 5-0,
Siviglia Dortmund 1-4
Benfica-Psg 1-1

Articoli Correlati

Potrebbe interessarti
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio