CalcioIn Evidenza

Addio ad Antonio Juliano, gloria del Napoli

Con Ferlaino portò Maradona a Napoli

Napoli perde uno dei suoi calciatori simbolo, Antonio Juliano.  Anima in campo e fuori dal campo poi del club partenopeo.  Antonio Juliano avrebbe compiuto 81 anni il prossimo 26 dicembre. Totonno così venica chiamato l’ex capitano azzurro da calciatore vestì la maglia del club per 17 stagioni.

A far scendere per la prima volta in campo Totonno fu Bruno Pesaola a 17 anni in Coppa Italia contro il Mantova il 31 maggio del 1962. Poi in serie A con l’Inter il 17 febbraio dell’anno successivo.

Tanti i campionati  con la maglia del suo amato Napoli.

506 partite di cui 394 in campionato, 73 in Coppa Italia e 39 nelle Coppe europee: 26 gol totali. Con il Napoli di Vinicio fu molto vicino a vincere lo scudetto con il Napoli. Da dirigente del club portò a Napoli Krol e poi Diego Armando Maradona. Da calciatore prese parte anche ai Mondiali del 1966, del 1970 e 1974.

Il cordoglio del Napoli per la scomparsa di Antonio Juliano

In una nota la società scrive: ”Il mondo del Calcio e la città di Napoli piangono la scomparsa di Antonio Juliano, figura storica e bandiera azzurra. Juliano ha segnato un’epoca indelebile prima da calciatore e poi da dirigente. Cresciuto nelle giovanili, ha vestito per 17 anni la maglia del Napoli diventandone capitano e simbolo generazionale. Dopo aver vinto la prima Coppa Italia giovanissimo nel 1962, fu il primo napoletano a conquistare la Coppa Italia da capitano nel 1976.

Centrocampista di talento e personalità, Juliano ha fatto parte anche della Nazionale Campione d’Europa del 1968 e vice Campione del Mondo nel 1970, giocando tre Mondiali e disputando la finale contro il Brasile in Messico.

Il suo legame con il Napoli non si staccò mai anche quando smise di giocare. Divenne dirigente azzurro e sotto la sua carica di Direttore Generale arrivò l’acquisto di Diego Maradona. Fiero figlio di Napoli e icona della fedeltà azzurra, Juliano lascia una eredità sportiva ed emotiva che resterà per sempre nella memoria.

Il Presidente Aurelio De Laurentiis, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la SSC Napoli si uniscono al dolore della famiglia per la scomparsa di Antonio Juliano, indimenticabile capitano ed eterna bandiera azzurra”

 

Articoli Correlati

Potrebbe interessarti
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio