CalcioIn Evidenza

18 febbraio: auguri a Roby Baggio

Il Divin codino festeggia 57 anni

57 candeline oggi per Roby Baggio, il Roberto Nazionale, diventato uno dei calciatori simbolo degli anni 90 . Dagli esordi con il Vicenza per poi passare a Fiorentina, Juventus, Milan, Bologna, Inter e Brescia. Il papà Florindo, gran tifoso di calcio e di ciclismo, lo chiamò Roberto in onore di Boninsegna. Roberto che poi tra gli amici è sempre stato Roby. Da piccolo Roberto aveva un solo idolo  Zico

Roby Baggio un campione di sportività

Un fantasista puro capace di ricoprire diversi ruoli, il Divin Codino, fece sognare gli italiani a suon di gol. La sua carriera fu però messa più volte in crisi da svariati infortuni. Tra club, nazionale maggiore, nazionale giovanile e FIFA World Stars, Baggio ha giocato globalmente 706 partite segnando 323 reti, alla media di 0,46 gol a partita. Con 9 gol ai Mondiali, è il miglior realizzatore della nazionale italiana , a pari merito con Paolo Rossi e Christian Vieri. Con gli Azzurri conta 56 partite e 27 gol. Pallone d’Oro e FIFA World Player nel 1993, ha vinto una Coppa Uefa, una Coppa Italia e due campionati italiani.

Ritiratosi dal calcio giocato nel 2004 con la moglie si prende cura di una tenuta ad Altavilla vicentina oltre ad occuparsi di beneficenza.

Roberto Baggio nel 2010 ha ricevuto il ”Peace Summit Award 2010” .

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio