Altri SportIn Evidenza

Settebello e Luna Rossa Prada Pirelli incontro tra campioni

La Sardegna ospita gli sportivi delle acque

Settebello e Luna Rossa si trovano in terra sarda. Prima degli impegni in vasca la Nazionale maschile di pallanuoto, guidata dal commissario tecnico Sandro Campagna, ha fatto visita alla base di Luna Rossa in preparazione per l’America’s cup del prossimo anno.  Ad accogliere gli azzurri il Team Director Max Sirena con tuttti i colleghi e componenti della squadra, ”la Nazionale – si legge nella nota pubblicata sulla pagina del team Luna Rossa–  ha visitato la base operativa del consorzio di Prada, spaziando dallo sviluppo tecnico della barca ora con un prototipo da 45 piedi in attesa del nuovo scafo ufficiale da 72 piedi, fino alle strutture sportive della base azzurra che è pronta a dare l’assalto alla coppa delle 100 ghinee dopo la sconfitta 7-3 in finale con New Zealand nell’ultima edizione”.

Settebello dopo la visita a Luna Rossa prosegue con il Torneo 4 Nazioni – Sardinia Cup

L’appuntamento con il 4 Nazioni è per oggi alle 19. Oltre l’Italia in acqua scenderanno Australia, Francia e Montenegro.

Settebello una delle Nazionali più titolate al mondo

La nazionale maschile di pallanuoto è una delle nazionali più titolate al mondo avendo vinto, in almeno un’occasione, i cinque titoli internazionali più importanti: Olimpiadi (1948, 1960, 1992), Mondiali (1978, 1994, 2011, 2019), Europei (1947, 1993, 1995), Coppa del Mondo (1993) e World League (2022). È conosciuta con il celebre soprannome di Settebello, utilizzato per la prima volta nel 1948 alle Olimpiadi di Londra dal radiocronista Nicolò Carosio. ”All’epoca Settebello – riportano le cronache sportive – era il soprannome della squadra napoletana della Rari Nantes Napoli, poiché i giocatori di questa passavano il tempo durante le lunghe trasferte giocando a scopa. Alle Olimpiadi di Londra, durante un’intervista, Gildo Arena, Pasquale Buonocore ed Emilio Bulgarelli, giocatori della Rari Nantes Napoli, dissero a Nicolò Carosio «Noi siamo quelli del Settebello, alla radio ci chiami così»: da allora quello rimase il soprannome della nazionale di pallanuoto azzurra”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio